Il video integrale della presentazione di “Gilets Jeunes” del Collettivo Euronomade, con Marco Assennato e Totò Cavaleri, che abbiamo ospitato domenica 24 marzo 2019. Chi sono i Gilets Jaunes? Quali le prospettive di sviluppo, quali dinamiche, quali le cause del movimento che sta sconvolgendo il panorama politico francese? Al di là degli stereotipi e delle forzature giornalistiche tutte univocamente concentrate sulla questione delle violenza il collettivo EuroNomade cerca, in questa prima proposta editoriale, di fornire una chiave di lettura politica degli eventi. Il testo a più voci è organizzato in quattro movimenti: un prologo che inserisce l’emergenza dei Gilets Gialli nella crisi politica contemporanea, contrapponendo la socializzazione e il conflitto che attraversano la Francia ai populismi dei governi europei; segue un gruppo di testi che ricostruiscono le analisi fin qui circolate nel mondo della cultura e della politica francese; al centro del volume sta poi la cronaca minuziosa che Toni Negri ha svolto dei punti alti della mobilitazione e una sezione di apertura su scenari più ampi della politica globale, dell’economia cognitiva e della crisi della ragione neoliberale. L’epilogo che chiude il libro, infine, si vuole solo provvisorio. Questo volume è il primo tentativo in Italia di descrivere la forma inedita del movimento francese. Gli autori: Collettivo EuroNomade, Rete internazionale di ricerca e di elaborazione politica e teorica; Marco Assennato, ricercatore indipendente, vive e lavora a Parigi; Marco Bascetta, giornalista de il manifesto; Michael Hardt, filosofo politico e teorico letterario, Duke University, Usa; Clara Mogno, dottoressa di ricerca, Università degli Studi di Padova; Toni Negri, filosofo politico, ha insegnato presso le Università di Padova, Paris VII e VIII, e presso l’Ecole Normale Supérieure; Fant Precario, pseudonimo di un estroso commentatore genovese della storia politica e musicale; Judith Revel, docente di filosofia contemporanea, Université Paris Ouest Nanterre La Défense; Benedetto Vecchi, giornalista de il manifesto.

Partecipa alla discussione!